Il gusto della salute

i segreti della nutrizione

La dieta chetogenica quanto è efficace per dimagrire?

La dieta chetogenica quanto è efficace per dimagrire?

A questo punto, avete sicuramente sentito parlare di una o forse la più famosa dieta a basso contenuto di carboidrati. I carboidrati sono sempre visti in mal modo ogni volta che si parla di qualcosa che riguarda il dimagrire.

E’ davvero un peccato. Ci danno energia e ci forniscono alcune delle migliori sostanze chimiche per i centri del piacere del cervello. Purtroppo, qualunque siano le calorie rimanenti dai carboidrati che non bruciano come energia sono memorizzati nel corpo come grasso. Per non parlare del fatto che a volte diventano dipendenza.

Ma è vero, una alimentazione a base di carboidrati causano aumento di peso. Un fatto triste, lo so. Ma, ciò significa che il colpevole principale nel nostro aumento di peso è già stato identificato. E da qui possiamo cominciare a capire come combatterlo.

Questo ci porta alla grande domanda …

Come possiamo fare a meno dei carboidrati nella nostra dieta continuando ad avere le sostanze nutrienti adeguate di cui abbiamo bisogno? E, possiamo davvero mantenere il peso in forma, in modo permanente, dopo averlo fatto?

La risposta, secondo i suoi sostenitori, è davvero molto semplice.

Si chiama dieta chetogenica, e forse già avete familiarità con alcuni dei suoi principi fondamentali. Si pone un obiettivo primario sul taglio dei carboidrati, sostituendoli con grassi e proteine, permettendo al corpo di entrare e regolare la naturale forza del corpo nel modo conosciuto come chetosi.

Nella chetosi, il corpo brucia chetoni piuttosto che carboidrati come combustibile. La dieta utilizza questo processo per migliorare la salute e dimagrire. Potreste aver sentito già parlare di alcune diete basate su questo come nella dieta Atkins.

Che cosa è la dieta chetogenica?

La dieta chetogenica quanto è efficace per dimagrire?

La è stato sviluppata nel 1920 dall’endocrinologo Henry Rawle Geyelin per trattare l’epilessia. Nel 1921, Geyelin scopre che il digiuno terapeutico cambia il modo in cui vengono processati i nutrienti nel corpo. Questo cambiamento ha portato a un minor numero di attacchi epilettici nei suoi pazienti.

Anche l’antico medico greco Ippocrate notava che quando epilettici digiunavano, erano molto meno inclini ad avere crisi epilettiche. Naturalmente, tale digiuno non può essere mantenuto nel tempo.

Quando Geyelin indagò ulteriormente, scoprì che i livelli di glucosio nel sangue erano bassi durante questi periodi di digiuno. Allo stesso tempo, i livelli di metaboliti grassi, chiamati chetoni, aumentati. Bruciare chetoni invece di glucosio era evidentemente più facile per il cervello, riducendo la probabilità di crisi epilettiche.

Geyelin aveva bisogno di capire come mantenere questo stato per lunghi periodi di tempo. Così, nel decennio successivo, ha ideato un tipo di dieta.

Nella sua versione iniziale del 1930, la dieta chetogenica è stata utilizzata principalmente per trattare l’epilessia nei bambini, ma una volta che i nuovi farmaci anticonvulsivanti sono entrati nel mercato, la sua popolarità diminuì.

Nel 1994, la dieta ritornò sotto i riflettori di nuovo dopo che un produttore di Hollywood di nome Jim Abrahams la usò con successo nel trattamento di epilessia del figlio. Dopo aver provato praticamente tutti gli altri trattamenti, lui e la sua famiglia trovò un documento di un medico dell’ospedale Johns Hopkins. Il documento raccomandava la dieta chetogenica come un potenziale trattamento per gli epilettici in cui le terapie farmacologiche non avevano funzionato. Presto, il piccolo Charlie Abrahams da avere quasi un centinaio di crisi epilettiche al giorno riuscì quasi completamente a guarire.

Un film fatto per la TV e diverse notizie sponsorizzate da Abrahams, riuscirono a suscitare di nuovo interesse scientifico nella dieta. La Fondazione Charlie iniziò a finanziare ulteriori ricerche e fornire informazioni sulla terapia chetogenica alle famiglie.

Da allora gli studi hanno dimostrato che quasi la metà dei pazienti trattati con la dieta chetogenica hanno avuto una riduzione di convulsioni di almeno il 50%.

Fin dalla sua creazione, quasi un secolo fa, i programmi di dimagrimento come la dieta Atkins e la dieta Dukan (anche se la dieta Dukan ha un approccio alternativo per dare un basso contenuto di grassi) hanno fatto uso dei principi fondamentali della dieta chetogenica. Il prima fase della dieta Atkins, denominata fase di induzione, è essenzialmente una dieta chetogenica.

Va bene, fino ad ora sappiamo che la dieta chetogenica funziona bene per aiutare gli epilettici. Ma, come funziona? E, come può essere applicata alle persone che cercano di dimagrire?

Come funziona la dieta chetogenica?

La dieta chetogenica quanto è efficace per dimagrire?

Normalmente, i carboidrati negli alimenti vengono convertiti in glucosio, che viene poi utilizzato per alimentare il corpo e il cervello circolando attraverso il flusso sanguigno e fornendo energia immediata alle cellule. Tuttavia, se il corpo è in chetosi, il fegato converte i grassi in acidi grassi e corpi chetonici da utilizzare per lo stesso scopo.

Al fine di raggiungere e mantenere la chetosi, si deve limitare pesantemente la quantità di carboidrati nell’alimentazione. La maggior parte di ciò che si mangia dovrebbe essere ad alto contenuto di grassi e proteine, e limitarsi solo a carboidrati inclusi nelle verdure che crescono sopra la terra.

Durante la dieta chetogenica, il corpo è affamato di carboidrati ed è costretto ad utilizzare invece i grassi. La scienza ancora non sa come esattamente fa la dieta chetogenica a far cambiare processi naturali del corpo, ma è stato dimostrato che aiuta una serie di disturbi neurologici, non solo l’epilessia.

Focalizzando l’attenzione sui macronutrienti (grassi, proteine, e carboidrati), la dieta diventa come una piramide alimentare.

Raggiungere una chetosi ottimale è uno dei metodi più perfetti per bruciare quei depositi di grasso testardi ad andar via. Questa forma di chetosi può essere mantenuta a lungo termine sulla dieta, costringendo l’organismo a utilizzare i propri depositi di grassi, piuttosto che bruciare zuccheri o amidi come energia. Un esempio di chi usa la dieta chetogenica in modo regolare sono i body builders.

Cosa si può mangiare nella dieta chetogenica?

La dieta chetogenica quanto è efficace per dimagrire?

Gli alimenti da mangiare per mantenere la chetosi possono essere buoni. Poichè si sta cercando di mantenere semplicemente il corpo in quello stato, è possibile utilizzare una cheto-calcolatrice per determinare quanti macronutrienti sono necessari giorno per giorno.

Se state pensando di provare la dieta chetogenica per dimagrire, ci sono alcune raccomandazioni da tenere a mente, a seconda di ciò che si vuole ottenere. La formula classica è un rapporto di 4:1 di grassi e proteine ​​a carboidrati. Alcuni esperti (quelli che consigliano la dieta chetogenica nel trattamento di tumori) raccomandano un 75% di grassi, 23% di proteine e il 2% di carboidrati.

Per il body building, sono consigliati solo 30-50 grammi di carboidrati al giorno, possibili da ottenere mangiando verdure verdi. Se invece si vogliono degli addominali scolpiti, allora si dovrebbe usare una dieta con 50% di grassi e 30% 40% di proteine con il restante di carboidrati sempre provenienti da verdure.

La maggior parte delle calorie, durante la dieta chetogenica, provengono dai grassi, ma bisogna stare attenti a quale tipi. A causa del loro effetto infiammatorio, i corpi di alcune persone hanno un tempo di elaborazione molto alto per gli acidi grassi omega 6 che si trovano in molti oli vegetali a basso costo.

Inoltre, bisogna stare lontani dai grassi trans.

La voglia di zuccheri può, a volte, essere un po’ difficile da affrontare. Penso che tutti noi lottiamo con questo di tanto in tanto. Ma bisogna rimanere forti! Non è necessario avere per forza quel sapore di dolce nella bocca, non importa cosa ti dice il tuo cervello.

E, se proprio non ce la facete, una buona sostituzione di zucchero come la stevia può essere usata al posto degli zuccheri reali. Se si sceglie la stevia, usate la versione liquido invece di quella in polvere, dato che le polveri contengono spesso maltodestrina … controllate sempre le etichette!

Alcuni alimenti che si possono usare durante la dieta chetogenica includono:

  • Pollame
  • Pesce e frutti di mare
  • Avocado
  • Uova
  • Salsiccia
  • Verdure non amidacee, preferibilmente biologiche senza pesticidi
  • Noci, noccioline e semi

Per un elenco completo degli alimenti che si dovrebbero mangiare e quelli che si dovrebbero evitare come la peste, ho creato una lista scaricabile qui sotto. Vi basterà inserire il nome e l’email e vi arriverà subito.

 

Lista Alimenti a basso contenuto di carboidrati
Inserisci i dati richiesti per scaricare il documento in formato Word.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Quindi … si dovrebbe provare?

La dieta chetogenica quanto è efficace per dimagrire?

Questa è la domanda a cui cercate risposta e che vi ha portato a conoscere la dieta chetogenica. La risposta? Beh, dipende.

Tutti gli esperti che ho trovato hanno detto di si, la dieta chetogenica è buona per dimagrire nel breve termine. Tuttavia, ci deve ancora essere un si definitivo o no sul fatto che si tratta di una soluzione permanente.

Nel 2006, uno studio ha comparato le diete chetogeniche e quelle non chetogeniche. I ricercatori hanno scoperto che, mentre entrambi i tipi di diete assicurano una ridotta restistanza insulina, quelli sulla dieta chetogenica hanno incontrato effetti metabolici negativi ed effetti emotivi. Hanno concluso dicendo: “L’uso di dieta chetogenica per dimagrire non è giustificata”.

Lo studio più favorevoli sulla perdita di peso usando la dieta chetogenica è stato condotto più di recente. Nel 2010, i ricercatori hanno dimostrato che queste diete sono stati efficaci negli adolescenti gravemente obesi a lungo termine.

Il motivo per cui la dieta può non essere sicura per tutti oltre il breve termine è a causa del rischio di complicazioni dovute alla prevalenza di chetoni nel sangue. Si potrebbe diventare gravemente disidratati, o peggio, il sangue potrebbe diventare acido.

Il British Diabetes Association dice che questi alti livelli di chetoni nel sangue può portare a uno stato chiamato chetoacidosi, che può portare a gravi malattie.

Anche l’ umore potrebbe essere colpito durante la dieta chetogenica perché la mancanza di carboidrati limita la quantità di triptofano nel sistema. Il triptofano aiuta con la sintesi della serotonina, un importante regolatore di umore. Questo potrebbe migliorare la fatica e ridurre il desiderio di esercizio fisico, soprattutto negli adulti con stili di vita più sedentari.

Ma i benefici per la salute sono sicuramente nel cervello. I chetoni possono aumentare il numero dei mitocondri nelle cellule cerebrali. La dieta è considerata dagli esperti nei rispettivi campi per curare il morbo di Parkinson, le lesioni cerebrali traumatiche, il morbo di Alzheimer, e per migliorare la memoria negli adulti che sono più suscettibili alla malattia di Alzheimer.

La dieta chetogenica può anche ridurre il rischio di malattie cardiache, aumentando i livelli di lipoproteine ​​ad alta densità, noto come il colesterolo’buono, riducendo LDL (lipoproteine a bassa densità), il colesterolo cattivo.

La cosa più importante da capire è che la dieta chetogenica non può essere presa alla leggera. Cambia letteralmente le funzioni del corpo. Questo tipo di dieta deve essere somministrata sotto supervisione clinica o da esperti alimentari.

Se si vuole provare qualcosa di un po’ più semplice, meno intensivo, con benefici anche per la salute, si provare un piano alimentare mediterraneo.

A meno che non state cercando il tipo di risultati immediati richiesti nel body building e per gli atleti, io ve la sconsiglio.

Non possiamo essere sicuri, se la dieta chetogenica potrà mai funzionare a lungo termine per le persone che cercano di dimagrire. Ha sicuramente benefici per la salute, ma forse non ne vale la pena. Quindi pensateci due volte.

Cosa ne pensi? Hai provato la dieta chetogenica? Hai intenzione di farlo?
Commenta qua sotto o condividi con i tuoi amici sui social.

Ti potrebbe interessare:

Updated: Febbraio 1, 2017 — 3:41 pm
loading...

33 Comments

Add a Comment
    1. Ti ringrazio Rosanna, continua a seguirci 😉 e condividi sui social se ti va

  1. Diciamo quindi che è una dieta da usare per poco.
    Una volta smessa che si fá poi???

    1. Si Mirko, non bisogna condurre una alimentazione di questo genere per sempre. Come ho scritto su, modifica proprio il corpo su come elabora il cibo. Quindi va bene seguirla per un po’ e poi magari una volta smesso mantenere un’alimentazione sana mangiando un po’ di tutto… naturalmente senza far mancare l’attività fisica 😉
      PS: Ti ringrazio per il tuo commento e spero che l’articolo sia stato di tuo gradimento

      1. Io ho iniziato da domenica una dieta chetogenica, sono a giovedì e oggi è stata in assoluto la giornata più dura, e poiché mi sono sentita male ho mangiato mezza banana Ho fatto un guaio ?? Ho stravolto il programma?

        1. Che è dura è dura, specialmente agli inizi se si è abituati ad una cattiva alimentazione. Non ti preoccupare, quella mezza banana non stravolge niente.

  2. Io la sto facendo da circa tre settimane.. ovviamente seguito da un nutrizionista.. però faccio 3 giorni di chetogenica ed uno di solo carbo e proteine senza grassi. Faccio attività fisica tre volte al giorno e ho perso già sei kg mi massa grassa. Per quanto tempo si può continuare così secondo lei?
    Grazie

    1. Ciao Antonio, benvenuto e grazie per il commento. Credo che presto la sua nutrizionista le cambierà formula. Come le può spiegare stesso la nutrizionista, questa scelta nel suo caso è dovuta al fatto che doveva perdere una determinata massa grassa all’inizio e poi magari passare a una dieta basata su altro per mantenere la forma. Se si è affidato a una nutrizionista stia sicuro che è in buone mani.

  3. Salve, mi hanno prescritto la dieta chetogenica per 4 settimane. Tuttavia fermo restando mangiare solo carne o pesce con pesi definiti..e tanta verdure ben determinata in una tabella…mi hanno prescritto anche un bel Po di integratori di proteine, barretta energetica x colazione, bustine drenanti…
    E questi prodotti hanno un bel costo….secondo voi sono necessari?

    1. Ciao Luca, purtroppo alcuni integratori hanno un costo elevato e lo capisco, se ti sono stati prescritti da un professionista del settore allora fidati e fai la spesa perché vuol dire che il tuo organismo ne ha bisogno. Mi raccomando però, affidatevi sempre a degli esperti come nutrizionisti o dietologi certificati e non a semplici auto-definiti esperti!

  4. Ciao!! Io ho incominciato domenica con Tisanoreica prendo 3 pat al gg, ma a pranzo e cena mangio verdure e proteine, so che dopo tre gg si entra in chetosi. Io devo farla per 10 gg senza carboidrati e 10 gg sono da integrare piano piano. Posso stare tranquilla? Perché ho un po’ paura di questa chetosi che possa farmi male. Per quanti gg si può stare in chetosi senza danneggiare l’organismo? Grazie!!!

    1. non conosco ancora bene Tisanoreica quindi non posso e non so darti una risposta precisa. Dovresti rivolgerti da chi hai comprato o avuto questo programma alimentare

  5. Salve, quando si termina la dieta chetogenica non c’è il rischio di riprendere tutto il peso?

    1. Si c’è il rischio, ma anche facendo qualsiasi altra dieta c’è questo problema. Bisogna saper equilibrare dopo

  6. Ho iniziato la dieta chetogenica da 25 giorni in questo periodo ho mangiato solo carne in genere pollo maiale manzo e verdura bevo caffè amaro non ingerisco nessun tipo di zuccheri in questi 25 giorni è capitato solo un giorno che ho mangiato di tutto e anche bevuto vino ho perso 7 kg posso continuare così nel senso che rigidità massima per due settimane e poi spezzare con un pranzo che contiene tutto

    1. Direi un ottimo risultato. Si spezza pure ogni 2 settimane, ma non solo per 1 pranzo… cioè continua dopo le 2 settimane con un’alimentazione di tutto verdure, pasta, carne ecc. Naturalmente no cibo spazzatura

  7. Che ne pensate della bevanda di cacao amaro magro? Due cucchiaini massimo in 100 o 200 ml di acqua? Se lo addolcisco, al massimo con un paio di gocce di Dietor liquido.

    1. Il cacao fa bene, infatti presto scriverò qualcosa a riguardo. Quello che posso consigliarti è di usare cacao non lavorato, meglio se bacche ecc.

  8. buonasera devo iniziare la dieta chetogenica perche’ devo perdere qualche kg ma aihme soffro di un importante cefalea tutte le altre diete non sono riuscita a portale in fondo perche’ mi davano forti mal di testa per svariati giorni ,mi da qualche consiglio?

    1. Bisogna capire da cosa può dipendere quella cefalea quando inizi la dieta. Forse poca acqua?? In questi casi è meglio chiedere consiglio ad un medico esperto del settore.

  9. Ho cominciato una dieta cheto genica da una settimana. Integro la mia alimentazione con prodotti sostitutivi ai carboidrati, della ditta Le Gamberi Food. Conosce questi prodotti? Se sì, cosa ne pensa?

    1. Mi dispiace Daniela, non li ho mai sentiti

  10. Salve, ho fatto la dieta chetogena a marzo di quest’anno per 24 gg; in quel periodo ho mangiato solo carne in genere pollo, maiale, manzo, bresaola, cotto, crostacei, molluschi, e verdura verde, bevuto caffè amaro senza ingerire alcun tipo di zucchero; per colazione una bustina di integratore, ed in genere a pranzo a cena e spuntini sempre anche integratori; niente latte ne frutta,ne spezie ne aceto ne alcol di alcun genere;slo una famosa bevanda gassata detta “zero”; in quei 24 giorni ho perso 10 kg
    Gli ultimi 7 giorni sono stati i più duri; non vedevo l’ora che finiva..ed una volta finita, la seconda fase da fare dopo 4 giorni, che cominciava ad integrare gradualmente, dapprima per tre gg a settimana, zuccheri e carboidrati, non l’ho mai più fatta; il mio cervello si rifiuta ancora tutt’oggi di farla; ho anche acquistato tutti i vari integratori per la seconda fase, ma non riesco proprio! Nel frattempo ho ripreso 8 kg di quei 10 persi

    1. p.s. il tutto ovviamente prescritto e seguito da un nutrizionista|

  11. Buonasera,devo iniziare la chetogenica per persere un po di peso presi a seguiro della gravidanza devo perdere 20 kg il mio nutrizionista mi a consigliata la chetologica da seguire
    Per poco tempo per poi passare a un altro piano alimentare ..mi sono documentata su internet su questa dieta e ho letto tanti aspetti negativi su quello che puo accadere al corpo..volevo sapere se e sicura da seguire per poco tempo o puo danneggiare l’organismo?

  12. Ottima spiegazione, peccato non aver saputo prima queste informazioni….Grazie mille!

  13. Salve .ho avuto una ischemia circa 20 anni fa.
    Da quel momento assumo Anti epilettici e avendo ridotte funzionalità motorie il mio peso aumenta anche se sono sempre a dieta .
    Facendo una dieta chetogenica posso ottenere dei risultati positivi e non compromettere l’efficacia degli antiepilettici?
    Anticipatamente ringrazio.

  14. Ho iniziato la dieta chetogenica da 20 giorni,e ho perso soltanto un chilo e mezzo,ma mi saoete dire il motivo?ho 48 anni,non ho la menopausa e gli esami sangue vanno bene,vado a camminare tre volte a settimana,.grazie se mi rispondete.rita

  15. Riccardo Ferrero Leone

    Oggi più che mai si parla bene della dieta chetogenica.
    La dieta chetogenica permette di perdere massa grassa mantenendo intatta e metabolicamente attiva la massa muscolare, senza generare sensazione di fame, senza effetto yo-yo e in tempi brevi. I corpi chetonici che si formano rappresentano un carburante eccezionale per tutte le principali funzioni corporee e vengono consumati a scopo energetico in sostituzione dei carboidrati; si corregge l’assetto lipidico e si riducono i mediatori pro-infiammatori con un miglioramento generale del quadro di salute. E’ sostenuta dalla ricerca scientifica internazionale di maggior prestigio e ormai sono numerosissimi i pazienti che ne traggono beneficio.

  16. Come tutte le cose penso che la dieta sia molto soggettiva. Una dieta per me deve essere prima di tutto fattibile, se fa soffrire in qualche modo meglio lasciar perdere, la salute mentale è molto piu’ importante dell’aspetto fisico. Fatta questa premessa vorrei condividere con chi vuole provare a seguire la dieta chetogenica la mia esperienza. Dopo varie diete che mollavo dopo pochi giorni, quando iniziai la chetogenica non mi fermai fino a raggiungere una forma fisica mai avuta prima. La prima sensazione è di un benessere generale, l’appetito lo percepisci come una cosa sana e non voglia di cibi spazzatura. La bilancia scendeva lentamente ma in modo costante. Ho perso 14 kg in 8 mesi, facendo però anche corsa e palestra. La facevo anche prima ma seguendo un’alimentazione “normale” la mia massa grassa rimaneva lì. Importante una buona integrazione di vitamine e sali minerali…e non eccedere con le proteine. Ovviamente la si puo’ fare per un periodo e poi riprendere con un’alimentazione equilibrata. La consiglio soprattutto alle donne, il ciclo mestruale non viene disturbato come con diete low fat. Buon dimagrimento..

  17. Salve! quali sono dei frutti che posso mangiare seguendo questa dieta?

  18. Buonasera
    Ho iniziato questa dueta,da 3gg volevo sapere come si fa a capire,se si è in chetosi o meno
    Grazie

  19. come si fa a saper se si è andati in chetosi? grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il gusto della salute © 2016 Privacy | Cookie

Pin It on Pinterest

Share This